Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 2916376

MESSINA: FRANA SUI BINARI. DERAGLIA TRENO FERITI I DUE MACCHINISTI

CONTUSI ALCUNI PASSEGGERI. Nello stesso luogo l'anno scorso un vasto movimento franoso aveva bloccato i collegamenti autostradali e ferroviari.

DERAGLIAMENTI A RIPETIZIONE, E' ALLARME PER IL DEGRADO DELLE LINEE SECONDARIE. 

Questo pomeriggio intorno alle 19 e 30 il treno regionale 3872, Siracusa Messina, è deragliato nel messinese a causa di una frana, nei pressi di Spisone, tra Letoianni e Taormina.

L'urto con la massa dei detriti, che si sarebbero staccati da un costone soprastante, ha causato lo svio delle prime due vetture ed il ferimento dei nostri compagni di lavoro, i macchinisti Pietro Scordi e Angelo Assennato, che sono stati trasportati in ospedale a Taormina per essere medicati. Tra i 70 viaggiatori alcuni sono rimasti lievemente contusi. La linea è ovviamente bloccata, in attesa delle squadre di lavoro per rimettere in sede il treno ed i viaggiatori hanno proseguito il viaggio con autobus sostitutivi. Grande preoccupazione per la sicurezza delle linee secondarie sulle quali si stanno ripetendo con pericolosa frequenza incidenti correlati al dissesto idrogeologico ed alla manutenzione, come avvenuto il 6 gennaio scorso nei pressi di Lucca quando un treno locale è deragliato a causa degli alberi caduti sui binari durante un forte temporale o come accaduto a Marcellinara, nei pressi di Catanzaro il 22 novembre 2011, dove un treno carico di viaggiatori ha rischiato di precipitare dal ponte crollato nel fiume in piena mentre ci transitava sopra. Le risorse dedicate alla realizzazione ed alla gestione delle linee ad alta velocità - non ci stanchiamo di ripeterlo - sono state sottratte alle linee 'normali' ed in particolare a quelle considerate secondarie e destinate al trasporto locale e pendolare, con evidenti ripercussioni anche sulla sicurezza. Tali tagli generano un rischio elevatissimo e le chiare avvisaglie che arrivano dalla frequenza e dalla gravità di questi avvenimenti dovrebbero indurre le autorità pubbliche a imporre un preciso indirizzo al gruppo Fs, che - sembra - stia gestendo senza controllo dello Stato l'intera politica del trasporto ferroviario in italia.

21 febbraio 2012


L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics