Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 2331559

Incidente ferroviario di Carnate - Comunicato Stampa

INCIDENTE FERROVIARIO DI CARNATE
COMUNICATO STAMPA

20 AGOSTO 2020 – ORE 14,00
In queste ore molte testate giornalistiche hanno posto l’accento sulla probabile leggerezza del personale del treno 10776 in pausa al momento dell’incidente.
Tutte però omettono di dire che le norme tecniche del mezzo consentono l’immobilizzazione del materiale in sicurezza in modalità parcheggio (il cosiddetto “parking”) e che tale modalità dovrebbe comunque consentire in caso di malfunzionamenti la frenatura del treno per almeno 30 minuti.
Abbiamo motivo di pensare che il collega macchinista abbia regolarmente eseguito le operazioni prescritte dalle norme per questo tipo di sosta, mentre ci interroghiamo su come sia stato possibile che il treno si sia mosso dopo appena 10 minuti.
Anche nel passato sono accaduti casi di “anomalie simili” che però per fortuna non hanno avuto risvolti incidentali. Per questa ragione i mezzi moderni hanno sistemi automatici che garantiscono
l’immobilizzazione del mezzo in ogni caso di guasto o errore umano. Purtroppo il treno in questione è formato da veicoli vecchi di 40 anni, quando la ferrovia puntava sulla ridondanza umana, il doppio
macchinista, essendo cosciente che la tecnologia di allora non garantiva la sicurezza assoluta (e comunque non può garantirla tuttora, con un solo macchinista).
Chiediamo vengano resi noti i dati del DIS, la cosiddetta “scatola nera”, per verificare ed accertare eventuali anomalie del materiale
al fine di fare immediata chiarezza.

La redazione di ancora IN MARCIA!

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics