Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1509439

Spostabilità del riposo

QUESITO
Chiedo lumi su una questione piuttosto spinosa.
Lunedi, ultimo giorno della sestina, chiama il 303 per comunicarmi che mi avrebbe spostato il riposo da martedì a mercoledì per esigenze di servizio. Quando ho detto che non volevo mi è stato detto che loro possono farlo in modo coatto una volta al mese e che ora “io ti ho avvisato, sono fatti tuoi”.
A me pare tanto una forzatura. E’ realmente possibile tutto ciò o posso proseguire nel rifiuto? Grazie.

Macch. ITP Foggia

RISPOSTA
No! Questa è un’interpretazione parziale delle norme sulla disponibilità.
E' vero infatti che in base al DPR 1372/71 (che è precedente al CCNL vigente ma ancora valido) al P.d.M. disponibile, in casi di assoluta necessità, può essere spostato il riposo di 1 giorno (al 5 o 7) o posticipato addirittura di 2 (all’8 ma solo dopo accordi sindacali locali). Ed è anche vero che secondo l’art. 24.1.2 del CCNL vigente questo spostamento può essere fatto una volta al mese anche senza il consenso del lavoratore. Però quest’ultimo art. del CCNL, introdotto con l’obbiettivo di mettere dei paletti sulla questione, impone un preavviso di almeno 48 ore!
Infine è bene chiarire, a scanso di equivoci, che il verbale di accordo del 20 Ottobre 2003 stabilisce: “il riposo settimanale di norma collocato al 6° giorno, può essere spostato dall’Azienda tra il 4° e 7° giorno solo nella programmazione dei turni. In gestione restano confermate le previgenti disposizioni”, ovvero quelle citate prima.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics