Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1487704

Incongruenza dei segnali/apparecchiature

QUESITO
Gentile redazione,
recentemente mi è capitato di trovarmi con il treno davanti ad un segnale permissivo disposto a via libera (verde) mentre l’SCMT captava il codice 75 della RSC. Come avrei dovuto comportarmi? Grazie mille.

M.B.
RISPOSTA
Il problema è riconducibile al relé battitore del segnale che continua ad inviare le correnti “tagliate” 75 volte al secondo sui binari, che non ha “sentito” il disco o i contatti, disporsi a via libera.
Una volta arrestati davanti al segnale, va comunicata tramite fonogramma l’incongruenza della indicazione del segnale e del codice captato al DM della stazione successiva (o al DCO).
Per quanto riguarda il successivo comportamento del macchinista, non esistono norme particolari che regolino l’anormalità.
Facendo riferimento al punto 18.4 delle NEAT, Parte Prima, Sezione III, che regola i casi per cui è previsto premere il tasto SR, questa situazione non è contemplata. Ma proprio per l’art 1 comma 3 IPCL, che ci ricorda di utilizzare senno e ponderatezza nei casi imprevisti, analogamente ai casi previsti, è possibile effettuare tale manovra.
Va pertanto oltrepassato il segnale, premendo SR, onde evitare la frenatura nel passaggio 75-AC. Sarà poi necessaria la MaV fino al termine dell’AC, che probabilmente durerà per pochi metri, in quanto poi le bobine della locomotiva capteranno la codifica inviata dal
successivo segnale, giunti al quale, se si presentasse una situazione analoga, va ritenuta guasta la RS, applicando le norme del caso (equipaggio, velocità massima, comunicazione mezzo M40 al DM/ DCO dell’assenza della ripetizione a bordo).
Inoltre va tenuta presente l’ultima modifica al Regolamento Segnali, che integra l’art 1 col comma 3, che si riferisce, un po’ tra le righe, alle linee AV, in quanto parla di obblighi alle “segnalazioni ed indicazioni” in cabina di guida, quindi a ciò che è visualizzato sull’ERTMS.
Rimane pertanto valido il comma 1 dell’art 1 del Regolamento Segnali, che definisce l’obbligo dell’osservanza e del rispetto “passivo” dei segnali prioritariamente alle segnalazioni sul cruscotto della RS.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics