Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1531167

Regolamenti

QUESITO
Senza nulla togliere alcun merito ai colleghi che hanno ottenuto ottimi risultati in questo campo; volevo chiedere se si può effettuare una marcia a vista su un passaggio a livello quando entrambe le barrire sono aperte ma entrambi i fanali a luce rossa posti a destra della carreggiata sono regolarmente accesi. il dubbio mi è venuto in quanto
durante le lezioni per il conseguimento della patente b l'istruttore ci raccontava di come un ragazzo è stato bocciato durante la prova pratica perché fermo ad un p.l dopo il passaggio del treno ha oltrepassato il p.l senza aspettare che il fanale rosso si fosse spento. Mi sono procurato il libretto che danno a scuola guida e nel capitolo dedicato ai passaggio a livello indica "Comportamento: è necessario moderare la velocità per essere pronti a fermarsi se le barriere o le semibarriere sono chiuse o stanno chiudendosi o se è in funzione il segnale acustico o quello ottico" inoltre il codice della strada prevede per la protezione di un p.1 guasto oltre ai cavalletti e alla bandiera rossa rifrangente anche l'esposizione di un fanale a luce rossa.

Macch. Tacchini Marco - DL Lecco (4/2008)

RISPOSTA
In relazione alle previsioni del DPR 753/80, inerente le norme di sicurezza e di polizia ferroviaria, in caso di guasto ai P.L., sono prevalenti le norme del codice della strada rispetto ai regolamenti ferroviari e al gestore delle ferrovie compete l'onere di mettere in opera i sistemi di protezione previsti per la circolazione dei treni in sicurezza.
Il Codice della strada prevede anche, come ricordato nel quesito, che la protezione di un P.L. sia effettuata ad opera delle barriere ed anche da segnalazioni ottiche e acustiche, mentre in caso di guasto è prevista la messa in opera di cavalletti e bandiere a luce rifrangente e fanali a luce rossa.
Pertanto, la circolazione stradale impone agli automobilisti la fermata ai P.L. anche se sono in funzione i soli segnalatori ottici e acustici, ma il guasto alle barriere impone obblighi anche alla circolazione ferroviaria.
In tal caso la marcia a vista potrebbe essere una possibile cautela da adottare in caso di guasto alle barriere, ma il problema per i macchinisti è quello di non avere la certezza che lato strada vi sia comunque efficiente almeno quelle segnalazioni che impongono l'arresto agli automobilisti; certezza che abbiamo sempre preteso, ma che, però, nessuno è mai stato in grado di garantire.
Per questa ragione restano valide le indicazioni cautelative da adottare nei casi di guasto ai P.L. con barriere. Vorremmo ricordare, a tale proposito, che in assenza di segnalazioni di protezione lato strada, la sola marcia a vista non è un sistema sufficiente a garantire la circolazione in sicurezza e in caso di incidente, il superamento dei P.L. con barriere guasti e privi di cavalletti di protezione, potrebbe configurarsi come colpa specifica imputabile al macchinista.
La differenza appare evidente.... O no?

Filtro titolo     Mostra # 
# Titolo articolo
1 Passaggi a livello
2 Incongruenza dei segnali/apparecchiature
 

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics