Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1613935

Notti consecutive

QUESITO
Con l'entrata in vigore dei nuovi turni abbiamo trovato una sequenza di notti consecutive molto pesanti, mai effettuate in passato.
Il caso è il seguente:
1 giornata) vettura per Livorno con arrivo alle ore 17,00 + Riposo F.R.
2 giornata) treno merci di ritorno con inizio lavoro ore 1,00 e fine lavoro alle 7,00
3 giornata) servizio A/R con inizio 0,50 e termine ore 7,20.
Come si noterà tra i due servizi notturni, molto pesanti, intercorre un riposo giornaliero di appena 18 ore e 50'. E' regolare un servizio con due notti pesanti consecutive e senza neppure le 22 ore di riposo giornaliero

P.d.M. I.T. Cargo Bologna

RISPOSTA
Purtroppo, tra le tante brutte sorprese del nuovo CCNL, c'era anche questa sul lavoro notturno. A differenza del passato, col nuovo contratto, possono essere previste due notti "pesanti " consecutive fruendo di un normale riposo di 16 ore tra la prima e la seconda notte, quando, come nel caso in esame, si proviene da un RFR. Difatti, l'elevazione del riposo giornaliero è prevista quando si inizia o si termina la prestazione in residenza nel periodo 0-5 ovvero quando comprende interamente il periodo 0-5. Nel caso in esame il riposo minimo previsto dal contratto dopo la prima notte è di 16 ore poiché:
- inizia nel periodo notturno,'ma fuori residenza;
- termina in residenza, ma dopo le 5;
- non comprende interamente la notte, né potrebbe, perché il RFR deve comunque interessare una porzione del periodo notturno.
La sequenza incontrata in quel turno è conforme alle norme (anche se le norme non sono conformi al buon senso).
L' interpretazione della normativa è obiettivamente complicata, come lo sono, del resto, un po' tutte in questo contratto, ma appare evidente che non sono applicabili al caso in questione le maggiorazioni descritte nei precedenti punti 2 e 3, pertanto resta applicabile soltanto la norma generale sul riposo giornaliero che prevede appunto 16 ore minime.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics