Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1482605

Primo anniversario della morte di Massimo Romano

Oggi 15 novembre 2007 ricorre il primo anniversario della morte di Massimo Romano, il ferroviere di Avellino investito dal treno mentre lavorava sui binari della linea Roma-Fara Sabina nei pressi di Monterotondo.

In azienda di quella tragedia si continua a sapere poco o nulla, ed anche se l’inchiesta della magistratura è ancora in atto, ad un anno di distanza si sta verificando ciò che qualcuno ha temuto fin dall’inizio: essa sta finendo nell’oblio!
Intanto altri gravi incidenti si sono verificati tra i ferrovieri:
capitreno rimasti incastrati tra le porte e trascinati fin sotto le ruote del treno, operatori della manutenzione investiti da carrelli o da altri mezzi circolanti sui binari durante i cantieri, macchinisti schiantati dentro le cabine di guida dei treni.
Sempre più l’insicurezza sul lavoro si estende, a cerchi concentrici, dalle piccole realtà meno tutelate alle grandi imprese dai grandi profitti, e le ferrovie non sono escluse da questo processo.
Le varie ristrutturazioni dell’assetto giuridico e societario di FS, hanno fatto della più grande impresa pubblica del paese, uno spezzatino di società private, nel cui brodo le tutele dei lavoratori si stanno via via sciogliendo.
il "comitato per verità sulla morte del ferroviere massimo romano", si è formato all’indomani di quel tragico 15 novembre 2006 per volontà di alcuni suoi compagni di lavoro che, fiutando un atteggiamento omertoso ai vari livelli dell’azienda, hanno così voluto mettere la sua storia al riparo dalle nebbie dell’oblio in tutti questi mesi il "comitato per la verità…", ha portato la sua testimonianza in convegni, assemblee, e in ogni luogo in cui si parlasse di sicurezza e morti sul lavoro, promuovendo esso stesso momenti di discussione dentro e fuori il comparto ferroviario e ampliando il numero delle adesioni, che oggi sono centinaia, tra ferrovieri e non.
Oggi 15 novembre 2007 il "comitato per la verità…" esorta tutti i ferrovieri ad un momento di riflessione sulla tragedia toccata a Massimo e alla sua famiglia.
Una giornata dedicata alla sua memoria affinché il tempo che passa non cancelli dalle menti la necessità di fare massima chiarezza su quel tragico 15 novembre dello scorso anno.

COMITATO PER LA VERITA SULLA MORTE DEL FERROVIERE MASSIMO ROMANO
Visita lo spazio web dedicato.

 

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics