Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1526969

Confermato lo sciopero

Roma, 11 novembre 2006 - "Uno sciopero contro il mancato reintegro dei nostri compagni di lavoro ingiustamente licenziati per aver partecipato alla trasmissione Report, per ottenere la definizione di un calendario per lo smantellamento dell'Uomo Morto ed a sostegno della vertenza sicurezza".

I Delegati RSU ed RLS dell'Assemblea Nazionale dei Ferrovieri confermano lo sciopero di 24 ore, dalle 21 di sabato 2 alla stessa ora di domenica 3 dicembre, "per protestare - si legge nella nota - contro il mancato rispetto dell'impegno solenne assunto dall'a.d. Mauro Moretti nell'ottobre scorso per la loro riassunzione. Le FS continuano ad ignorare finanche la risoluzione parlamentare della IX Commissione parlamentare trasporti e i pronunciamenti della magistratura che hanno ritenuto ingiusti ed illegittimi questi licenziamenti. Inoltre, dopo le innumerevoli contravvenzioni comminate a Trenitalia ed RFI dalle ASL e dall'Ispettorato del Lavoro di Roma e il riconoscimento, addirittura da parte della stessa azienda, dell'inutilità del famigerato pedale dell'Uomo Morto, è inammissibile che i macchinisti ancora oggi siano costretti a pedalare ossessivamente sul diabolico dispositivo ancora presente su moltissimi treni. Su questi temi siamo determinati a proseguire la nostra vertenza ed attuare, se necessario, le 72 ore di sciopero già decise, nel rispetto della legge". Per le ferrovie italiane, oltre ai noti problemi finanziari si preannuncia una stagione di forte conflitto; il progetto aziendale di ridurre l'equipaggio ad un solo macchinista, trova infatti la ferma opposizione dei diretti interessati, secondo i quali "ridurrebbe sensibilmente i margini di sicurezza del trasporto ferroviario facendoci perdere il primato della sicurezza che oggi vantiamo rispetto alle altre reti europee. La concorrenza all'Europa - proseguono i delegati - la vogliamo ma sulla sicurezza, sulla qualità e sull'efficienza del servizio e non sulla pelle di viaggiatori e lavoratori".
I delegati RSU/RLS dell'Assemblea Nazionale dei Ferrovieri.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics