Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1546497

SIDAC

INIZIATIVA COMPORTAMENTALE LEGATA AL SIDAC


Si invitano i macchinisti che intendano esercitare il diritto di non utilizzare il SIDAC (Simulatore Dinamico di Istruzione/Addestramento alla Condotta), in caso di mancato rispetto dell’accordo del 06/03/2007 ad adottare la seguente procedura:


· Prima di recarsi al Centro di Formazione (CdF)

Ogni macchinista dovrà preventivamente protocollare in segreteria d’impianto od inviare a mezzo fax la seguente comunicazione:

Comunicazione per l’impianto



Al responsabile dell’impianto………............……..…


Oggetto: corso di aggiornamento professionale con utilizzazione del SIDAC (Simulatore Dinamico di Istruzione/Addestramento alla Condotta).
Io sottoscritto………………………………………..matricola………., venuto a conoscenza che l’iniziativa in oggetto non è rispettosa dell’accordo sottoscritto, come da verbale d’incontro, in data 6 marzo 2007 dalle OOSS Nazionali di FILT ‐ FIT ‐ UIL ‐ UGL - FAST ‐ ORSA e da TRENITALIA in merito alle finalità formative del simulatore di guida (SIDAC), ribadendo che l’accordo di cui sopra prevede che:

• le finalità formative del simulatore di guida, volte al rafforzamento delle competenze del P.d.M., sono ad “integrazione” dello standard formativo previsto per tale personale;
• il personale sia “abilitato” al mezzo e alla linea oggetto della simulazione;
• le giornate di formazione al SIDAC saranno “aggiunte” nei piani annuali di formazione;
• l’invio al SIDAC sarà preceduto e avverrà subito dopo, almeno “due giornate di formazione continua” (che si svolge o si ripete senza interruzione, nel tempo o nello spazio), come approfondimento dello scopo della giornata al SIDAC;
• l’utilizzo del personale per l’invio al SIDAC avvenga in condizioni psicofisiche analoghe a quelle
richieste per un servizio di condotta;
• nel corso della simulazione il macchinista potrà chiedere l’affiancamento dell’istruttore;
• sia garantita la privacy del personale;

visto,
che il mancato rispetto dell’accordo di cui sopra renderebbe illegittima l’attività tesa all’utilizzo dell’apparecchiatura SIDAC;

comunico:

nel caso mi fosse comandato di recarmi presso l’apposito Centro di Formazione per fruire di una giornata di aggiornamento professionale che comprenda anche una prova al SIDAC, che mi asterrò dall’utilizzo di tale apparecchiatura, restando ovviamente disponibile a qualsiasi altra forma di aggiornamento professionale che non contemplasse né esami, né test, né quiz o quant’altro tendesse rimettere in discussione la mia professionalità già acquisita a seguito di corsi di abilitazione previsti, arricchita giornalmente con l’esperienza sul campo.


Con stima.


……………………………………………….
Luogo e data Firma

 



· Atto comando del servizio


1) Al momento in cui il gestore delle risorse umane (CD303) comunica il servizio che prevede di recarsi presso il Centro di Formazione (CdF) per una sessione di scuola di aggiornamento professionale al SIDAC, il pdm deve pretendere che gli estremi del servizio stesso siano chiari e completi, come da circolare TV11.1/12.2 (PG.85) del 12.10.1985 nonché rispettosi del nastro lavorativo previsto. 2) Successivamente occorrerà emettere il seguente M40:

 



Vale M40 n° 2 Luogo e data, ………………………………………... ora…….…..
Si da avviso al CD303….............…che il sottoscritto, essendo stato comandato alla scuola di aggiornamento per il giorno……............a mezzo M40 n°…... comunica che, partecipando a detta scuola, qualora invitato ad usare l’apparecchiatura definita “simulatore”, non aderirà a tale proposta perché non rispettosa dell’accordo sottoscritto, come da verbale d’incontro, in data 6 marzo 2007 dalle OOSS Nazionali di FILT ‐ FIT ‐ UIL ‐ UGL - FAST ‐ ORSA e da TRENITALIA in merito alle finalità formative del simulatore di guida (SIDAC).

……………..…………………………… ……………..……………………………
Firma per ricevuta Il macchinista


3) Nel caso la comunicazione di cui al precedente punto 1) assuma il carattere di “ordine” scritto occorrerà emettere il seguente M40:
Vale M40 n° 2 Luogo e data, ………………………………………... ora…….…..
Ribadisco quanto da me già comunicatovi con precedente M40 n°….….del………………………

……………..…………………………… ……………..……………………………
Firma per ricevuta Il macchinista


 



· Durante l’aggiornamento professionale


1. Giunti al CdF, durante la giornata di scuola di aggiornamento professionale, al momento in cui il personale docente (CD con funzioni di istruttore od altro superiore gerarchico riconducibile alla divisione di appartenenza) richieda di utilizzare il SIDAC, il PdM dovrà emettere M40 utilizzando la medesima formula richiamata al precedente punto 2- Atto comando servizio).
2. Nel caso la richiesta di cui al precedente punto assuma il carattere di “ordine” scritto, occorrerà emettere M40 utilizzando la formula di cui al precedente punto 3- Atto comando servizio).
3. Nel caso in cui il personale docente (CD con funzioni di istruttore od altro superiore gerarchico riconducibile alla divisione di appartenenza), indipendentemente dallo scambio di M40, a seguito del rifiuto (anche verbale) del PdM di utilizzare il SIDAC, disponga per l’allontanamento dello stesso, occorrerà non allontanarsi dall’ambito del CdF, ove completare il proprio servizio così come era stato comandato (vedi precedente punto 1 - Atto comando servizio).
Diverse altre utilizzazioni dovranno sempre e solo essere concordate col CD303 referente, fermi restando i limiti temporali dell’intero servizio precedentemente concordati (punto 1- Atto comando servizio).

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics