Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1546723

Microclima

Il macchinista dopo aver preso atto che le condizioni ambientali nella cabina di guida non sono idonee all’organismo umano per il microclima o per altri fattori che provocano l’eccessivo caldo/freddo, deve valutare quanto ciò può incidere sulle sue capacità di agire in sicurezza e certezza durante la guida.



Vale M40 n° ……/……

Consegnato/trasmesso ore …….… del giorno ……/……/...…...

Io sottoscritto……………………………………………, Macchinista del treno .................   omunico al DCT/SOR/SOP/COT di………………………………………., che le condizioni ambientali nella cabina di guida del mezzo di trazione/vettura pilota n° …..… non sono adeguate all’organismo umano per l’eccessivo caldo/freddo dovuto al guasto/scarsa efficienza delle apparecchiature deputate a garantire un adeguato microclima.

Pregasi provvede in merito o al cambio del mezzo al fine di garantire la salute del PdM nonché la salvaguardia dell’esercizio ferroviario.

Quanto sopra vale come comunicazione ai sensi del Dlgs 81/2008 (art. 20 comma 1).


Il Macchinista ………………………….…………… Per ricevuta DCT/SOR/SOP/COT Firma/Nome ….………..……………………………….…




Ipotesi:

Il Referente/DCT/SOP/COT

  • Non risponde

  • Non dispone alcun intervento tecnico o cambio del mezzo

  • Ordina di utilizzare il mezzo assegnato


Comportamento

Se il PdM ritiene di poter sopportare lo stress ambientale delle condizioni in essere applicando accorgimenti cautelativi, emetterà un secondo M40


Vale M40 n° ……/……

Consegnato/trasmesso ore …….… del giorno ……/……/...…...  Io sottoscritto……………………………………………, Macchinista del treno .................

comunico al DCT/SOR/SOP/COT di………………………………………., che al fine di garantire la salute propria e la sicurezza dell’esercizio, adotterà una delle seguenti cautele:

  • Viaggerà, coi finestrini aperti della cabina di guida, alla velocità di circa   .......  Km/h per ridurre a minimo l’effetto determinato dalle condizioni ambientali in cui opera.

  • Adotterà una o più soste di ristoro durante la condotta per prevenire stati di malore.

Quanto sopra vale come comunicazione ai sensi del Dlgs 81/2008 (art. 20 comma 1).


Il Macchinista ………………………….……………                 Per ricevuta DCT/SOR/SOP/COT Firma/Nome ….………..……………………………….…





Se il PdM ritiene di non poter sopportare lo stress ambientale delle condizioni in essere, emetterà un secondo M40


Vale M40 n° ……/……

Consegnato/trasmesso ore …….… del giorno ……/……/...…...

Io sottoscritto……………………………………………, Macchinista del treno ................. In mancanza di Vs risposta e/o in relazione a Vs. ordine, si ribadisce quanto comunicato con M40 n°........... Consegnato/trasmesso ore …….… . Pertanto, si resta in attesa di Vs. preciso ordine in merito al comportamento da adottare.

Il Macchinista ………………………….……………


Per ricevuta DCT/SOR/SOP/COT Firma/Nome ….………..……………………………….…




Se l’ordine viene rinnovato non è eseguibile perché perseguibile penalmente rispetto al D.lg 81/08 (art 20 comma 1 e 2) ed il macchinista ne darà avviso al DCT /SOP/ COT chiedendo notizia per la prosecuzione del servizio.

Nota: il macchinista, che durante il lavoro riceve danno alla propria sal­ute da un evento a cui non ha potuto sottrarsi o vi è stato costretto, deve considerare l’accaduto come infortunio.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics