Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1614699

Contratto tossico: uno sciopero necessario per i macchinisti e per tutti i ferrovieri

Macchinisti Uniti contro un contratto che peggiora la vita ed il lavoro di tutti i ferrovieri. Ma che contiene elementi veramente 'insostenibili' soprattutto per chi lavora sui treni.

immagine Sciopero treni

Macchinisti Cargo, dalle 21,00 di giovedì 11 alle 21,00 di venerdì 12 ottobre 2012 - Macchinisti treni passeggeri e Tmr, DALLE 21 DI SABATO 13 ALLE 21 DI DOMENICA 14 OTTOBRE 2012  proclamato dai Macchinisti Uniti dell'Orsa - Capitreno e tutti gli altri  ferrovieri DALLE 9 ALLE 17 DI DOMENICA 14 OTTOBRE 2012 , proclamato dall'USB. Vedi le NORME TECNICHE e I TRENI GARANTITI

SE 10 ORE VI SEMBRAN POCHE - L'aumento dell'orario settimanale a trentotto ore, quello giornaliero a dieci, quello notturno a otto, l'allungamento delle ore di condotta, la riduzione delle ore di riposo, i turni individuali e l'accattonaggio aziendale che ci riduce anche i pasti e la prospettiva di lavorare in queste condizioni fino a 66 anni; sono queste le ragioni principali che ci fanno scioperare. Lamentarsi tra di noi per quanto sta accadendo purtroppo non basta, occorre farsi sentire e - pur nell'ambito di uno scenario economico e sociale di crisi di cui siamo per primi consapevoli - abbiamo il diritto ed il dovere di difenderci da quelle modifiche più insidiose che intaccano la nostra salute e la possibilità di avere una normale vita familiare e sociale.

NON SONO SOLO 38 ORE - Macchinisti e capitreno hanno diritto a maggiori tutele sull'orario di lavoro rispetto alla generalità degli altri lavoratori: non solo perché il lavoro 'mobile' sui treni comporta alcuni disagi ineliminabili ma soprattutto perché oltre alle 38 ore di lavoro settimanale noi siamo a disposizione dell'azienda - con i turni su due giornate e riposo fuori residenza - per almeno altre 10-12 ore medie settimanali.

LE RAGIONI DELLO SCIOPERO - Dopo l'entrata in vigore dei turni che rispecchiano la nuova normativa sull'orario di lavoro e utilizzano sistema IVU, non crediamo ci sia bisogno di spiegare tra di noi le ragioni per scioperare: vi è ormai anche la consapevolezza che i peggioramenti  subiti dai ferrovieri - passati attraverso il cavallo di troia del contratto NTV - non sono serviti a migliorare il trasporto ferroviario, ma ne accompagnano il declino. Soppressioni di linee e di treni, trasporto merci che chiude mentre si inganna il paese con proclami sul suo rilancio, i pendolari e il Sud sempre più abbandonati, mentre vengono dirottate sull'av tutte le risorse disponibili e l'attenzione alla qualità del servizio offerto.

INGANNATI E OFFESI - Questo sciopero è un appuntamento importante per tutti i ferrovieri ma in particolare per macchinisti e capitreno, una sorta di verifica sulla 'tenuta' di una categoria, ingannata, offesa e ferita dall'entrata in vigore di un CCNL estremamente penalizzante con peggioramenti significativi su tutti gli aspetti lavorativi, con particolare riguardo all'aumento dell''orario di lavoro, alla riduzione dei riposi e all'estremizzazione delle flessibilità di utilizzazione.

L'IPOCRISIA E LE PATETICHE LETTERINE SINDACALI - Lo spettro degli esuberi si sta materializzando iniziando dal sud e le interpretazioni unilaterali sul CCNL si sprecano; è insopportabile assistere all'ipocrisia delle sigle sindacali compiacenti, che prima di firmare non hanno mai affrontato i problemi occupazionali ed hanno siglato norme non chiare che si prestano alle prepotenze aziendali. Oggi pietiscono incontri con patetiche letterine di supplica ai vertici aziendali ma i ferrovieri hanno visto troppe volte questi giochi per non sapere che si tratta, se va bene, di incapacità, altrimenti del preludio di altri scambi inconfessabili che in gergo vengono chiamati 'marchette'.

RISPUNTA LA FISAFS - In questo quadro abbastanza desolante si è aggiunto un ulteriore problema, tutto interno al fronte dei lavoratori ma forse con lo 'zampino' dei vertici aziendali: rispuntano in una parte dell'Orsa Ferrovie, organizzazione composta da sindacati dei vari settori federati tra loro, alcuni elementi di una cultura concertativa e subalterna caratteristica della vecchia Fisafs, sindacato autonomo che fino a qualche anno fa era addirttura considerato 'giallo' dai suoi detrattori. E' infatti in atto un confronto interno durissimo tra le varie posizioni, rispetto all'adesione o meno al CCNL già firmato da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Fast, ed in particolare tra il settore macchinisti dell'Orsa fermamente contrario alla firma del contratto e i vertici degli altri settori. Il patto federativo col quale si è costituita l'Orsa prevede - a garanzia di tutte le specificità professionali - che per firmare un CCNL occorra l'assenso di tutti i settori. L'intero settore macchinisti, assieme a moltissimi iscritti degli altri settori, è contrario pertanto l'Orsa non potrà firmare a meno di forzature e illegittimità statutare che aprirebbero nuovi scenari nel nostro panorama sindacale.

Loc_E655_199RISCHIO FRAMMENTAZIONE - Mentre tra i macchinisti il dissenso  (il referendum tra iscritti e non iscritti ha visto oltre il 90 % di no nella categoria) trova la sua giusta rappresentazione grazie al sistema di verifica democratica dei rappresentanti nazionali con le periodiche elezioni 'di base' previste dallo statuto, negli altri settori pur interni all'Orsa, il sistema di rappresentanza è molto meno efficace anche a causa della cristallizzazione di posizioni da troppo tempo lontane dalla produzione e quindi dal sentire dei lavoratori. Tra i semplici  ferrovieri degli altri settori il dissenso alla firma del contratto non trova quindi la giusta rappresentazione col rischio di una frammentazione a macchia di leopardo dell'unica Organizzazione sindacale che, pur interna alle relazioni industriali, fino ad oggi aveva rappresentato un punto di vista alternativo e un punto di riferimento per moltissimi lavoratori.

APPELLO ALL'UNITA', ALLO SCIOPERO E ALLA PARTECIPAZIONE - Non  basterà certo scioperare i giorni dall'11 al 14 ottobre prossimo per risolvere i nostro problemi ma l'adesione deve essere massiccia e generalizzata, occorre ritrovare l'unità, oltre le artificiose distinzioni di tessera sindacale per lanciare un fermo messaggio a chi vuole continuare a calpestare la nostra vita e per tentare, tutti insieme, di recuperare vivibilità e salute eliminando almeno gli elementi più critici di questo orribile contratto.

9 ottobre 2012

Norme Tecniche ORSA MACCHINISTI UNITI

Sciopero Nazionale di 24 ore del personale di macchina nei giorni 11, 12, 13 e 14 ottobre 2012

( PDM) addetto al trasporto cargo di Trenitalia

dalle 21.00 di giovedì 11 ottobre alle 21.00 di venerdì 12 ottobre 2012

( PDM) addetto a tutto il trasporto viaggiatori di Trenitalia

dalle ore 21.00 di sabato 13 ottobre alle ore 21.00 di domenica 14 ottobre 2012

1. NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Le presenti norme tecniche sono conformi ai criteri previsti dall'allegato sui servizi minimi essenziali L.146/90, all'accordo nazionale del 23.11.99 e successive modifiche e integrazioni.

Il personale partecipa allo sciopero con le seguenti modalità:

 2 NORME GENERALI

2.1 Treni in corso di viaggio

Il Personale comandato in servizio ai treni merci che abbiano orario di arrivo dopo le ore 21.00 del 11 ottobre 2012

aderirà allo sciopero a partire dalle ore 21.00.

Il Personale comandato in servizio ai treni merci con partenza prescritta dopo le ore 20.00 e con arrivo dopo le ore

21.00 del 11ottobre 2012 non è tenuto a presentarsi in servizio.

3 NORME PARTICOLARI

3.1 PdM

Il Personale è tenuto a presentarsi al termine dello sciopero per completare la prestazione se, in relazione al turno di lavoro a lui assegnato, avrebbe dovuto trovarsi in servizio. Se impossibilitato a rientrare nella propria sede si presenterà nell'impianto in cui ha iniziato lo sciopero per completare la prestazione programmata.

Il personale non è tenuto a presentarsi al termine dello sciopero quando la prestazione programmata rientra interamente nel periodo di sciopero. In tal caso il personale riprenderà il proprio turno alla successiva prestazione. Il personale disponibile sarà utilizzabile dopo la fruizione del riposo giornaliero o settimanale spettante.

Il PdM consegnerà le chiavi dei mezzi di trazione ai Capi Deposito Distributori o, in loro assenza, ai titolari degli Impianti.

Nelle stazioni le chiavi saranno invece consegnante al dirigente di servizio della stazione dopo aver provveduto, ove richiesto, al ricovero del treno all'atto dell'arrivo.

Il PdM è esonerato dall'effettuare i tempi medi ed accessori se cadenti nell'ora di cuscinetto prima e dopo l'inizio dello sciopero. In ogni caso, il personale ha diritto alla ripresa del turno.

Ai fini normativi , la durata dello sciopero concorre al raggiungimento del limite massimo della prestazione giornaliera, mentre ai fini del pagamento delle prestazioni lavorative viene computata la prestazione effettivamente svolta.

3.2 Riserva , Riserva Presenziata, Tradotte, Manovre, Traghettamenti e scuole aggiornamento professionale

Il personale in servizio di riserva, riserva presenziata, tradotta , manovra e traghettamento interrompere la propria prestazione lavorativa a partire dalle ore 21.00 del giorno di inizio sciopero. Il personale comandato ai corsi di aggiornamento professionale sciopererà per l'intera giornata lavorativa compresa all'interno dello sciopero. Salve le eccezioni per cui è prevista l'emissione di M 40.

4 . NORME GENERALI

4.1 Treni garantiti

Sono garantiti da origine a destino i treni a Lunga percorrenza relativi ai giorni feriali e festivi pubblicati da FS nell'apposito quadro dell'Orario generale. (quadro A, pag. N28-31 orario ufficiale F.s.) Non vi sono treni da garantire al trasporto regionale poiché lo sciopero non interessa le fasce feriali 6-9 e 18-21 ( lo sciopero è dalle ore 21 del prefestivo alle 21,00 del festivo).

Nessun treno è da garantire al trasporto Cargo (indipendentemente dal giorno e dall'orario dello sciopero).

4.2 Treni viaggiatori in corso di viaggio

Oltre ai treni garantiti da origine a destino di cui al precedente p.to 4.1.vanno garantiti tutti i t reni viaggiatori che, con orario di partenza anteriore all'inizio dello sciopero, abbiano arrivo a destino entro un' ora dall'inizio dello sciopero stesso. I treni che abbiano arrivo a destino successivamente ad un'ora dall'inizio dello sciopero e non rientrino nell'elenco di quelli garantiti di cui al p.to 4.1 sono soppressi o possono essere effettuati con limitazione di percorso alla prima stazione idoneamente attrezzata ai servizi sostitutivi e/odi conforto per i viaggiatori.

4.3 Personale comandato e sostituzioni

I comandi vengono disposti dalla Società e comunicati per iscritto (M40) ai lavoratori interessati. I comandi per l'effettuazione dei treni garantiti (PdM-PdB) devono essere completi delle modalità per recarsi fuori sede e/o per rientrare alla propria sede. Inoltre il personale comandato all'effettuazione dei treni a lunga percorrenza da garantire dovrà essere inserito in appositi elenchi nominati vi opportunamente esposti con adeguato anticipo e con l'indicazione del turno assegnato.

La Società può, in tutto o in parte, rinunciare ai comandi e ha facoltà di disporre anche parzialmente i comandi al personale (limitatamente ad alcuni Impianti e/o linee) in conformità ai programmi di circolazione nonché di sostituire il personale comandato.

In ogni caso il personale comandato dovrà presentarsi in servizio e. qualora aderente allo sciopero potrà essere sostituito, ove possibile, prioritariamente da altro personale non scioperante, solo ad eventuale sostituzione avvenuta sarà libero. Il personale non espressamente comandato per iscritto dalla Società non è tenuto a presentarsi In servizio, qualora, invece si presenti, è considerato non aderente ano sciopero ed è tenuto a presta re l'intera completa prestazione.

Non è consentito effettuare comandi per garantire servizi al di fuori di quelli previsti nel precedente punto.

4.4 Consegna chiavi

Il P.d.M che ha in consegna chiavi (materiale rotabile, valori) prima di allontanarsi dal lavoro provvederà alla consegna di quanto affidato all'Autorità ferroviaria eventualmente presente oppure, in mancanza di questa, alla Polfer.

In caso di assenza anche della Polfer i dipendenti consegneranno le chiavi alla persona che sarà preventivamente incaricata dalla Società FS. Qualora la consegna delle chiavi non potesse avvenire in loco, nel comunicare la disabilitazione e l'impresenziamento dell'Impianto alle persone di cui sopra, verrà indicato anche dove sono reperibili le chiavi in busta sigillata.

Or.S .A. Macchinisti Uniti Nazionale

-----

NORME TECNICHE Sciopero USB di 8 ore del Personale del Gruppo FSI/ Trenord ex ramo Trenitalia/Fercargo/ NTV/SBB Cargo Italia/Serfer/RTC/

dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del 14 ottobre 2012.

NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

1. Le presenti norme tecniche sono conformi ai criteri previsti dall’allegato sui servizi

minimi essenziali L.146/90 all’accordo nazionale del 23.11.99 come integrato dall’accordo

del 18.04.2001.

Tutti i ferrovieri partecipano allo sciopero con le seguenti modalità:

1.1. Uffici-Impianti fissi: intera prestazione lavorativa del 14 ottobre:

Uffici tutti;

Officine tutte (OGR,OML,OMV,IE, LAV.), esclusi turnisti e reperibili;

Magazzini e Collaudi;

Tronchi, reparti lavori, Zone e reparti manutenzione infrastrutture, esclusi turnisti e reperibili, per i quali valgono le norme previste dal successivo punto 2.5;

Biglietterie: addetti alla vendita (diretta e telefonica);

Gestioni merci (con esclusione del personale direttamente connesso alla circolazione dei treni), Centri polifunzionali, CRV, Centro Tasse, filiali;

Lavoratori degli impianti di cui al precedente punto 1.1 (Stazioni, Dep. PdM e PV, ecc.) che

operano normalmente su turni settimanali con riposo di sabato e/o domenica (segreterie, capi impianto, istruttori di linea, CRC, casse di stazione,ecc.);

Scuole professionali; Reparti Territoriali; Poli amministrativi; Italferr; Ferservizi;

FS Cargo; FS Formazione.

1.2. Addetti alla circolazione treni dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del 14.10.2012:

Personale delle stazioni: circolazione (D.M.,DC/DCO/DU, deviatori, Uffici Materiale

Rotabile, appositi incaricati, ecc.) e manovra;

Personale di macchina, macchinisti TM, primi tecnici di condotta, abilitati al TV 208;

Personale viaggiante e Controllori Viaggianti;

Capi Deposito e Capi Personale Viaggiante;

Turni rotativi in genere (verifica, impianti elettrici, rimesse DL, ecc.);

Sportelli informazione;

Uffici Informazione e Call Center;

Uffici Assistenza e Accoglienza:

Turnisti Impianti fissi;

Personale addetto ai piazzali della Cargo;

Addetti agli ingressi degli stabili adibiti al controllo della circolazione ferroviaria.

Le norme per il personale addetto alla circolazione treni ‘comandato’ sono specificate

nel successivo punto 2.3.

2. NORME GENERALI

2.1. Treni garantiti.

Sono garantiti da origine a destino i treni a Lunga Percorrenza relativi ai giorni feriali e

festivi pubblicati da FS nell'apposito quadro dell'orario generale. ( quadro A pag. N28-31

orario ufficiale f.s.) Non vi sono treni da garantire al trasporto regionale poiché lo sciopero

non interessa le fasce feriali

2.2. Treni in corso di viaggio

Vanno garantiti tutti i treni che, con orario di partenza anteriore all’inizio dello sciopero, abbiano arrivo a destino entro un’ora dall’inizio dello sciopero stesso.

I treni che abbiano arrivo a destino successivamente ad un’ora dall’inizio dello sciopero saranno soppressi o potranno essere garantiti con limitazione di percorso alla prima stazione idoneamente attrezzata ai servizi sostitutivi e/o di conforto per i viaggiatori. Pi˘ precisamente il personale in servizio si atterrà alle seguenti norme:

L’orario di partenza prescritto è anteriore alle ore 09.00 (comprese) Il treno dovrà essere effettuato dal personale osservando le seguenti indicazioni:

a. Se l’orario prescritto d’arrivo è previsto entro le 10.00 (comprese) sarà condotto a destinazione;

b. Se l’orario prescritto d’arrivo è previsto oltre le ore 10.00 (qualora non sia stato soppresso secondo le norme applicative della Legge 146/90 dalla F.S. S.p.A.) il P.d.M. e P.d.B.

per evitare spiombature dei segnali manifesterà l’intenzione di aderire allo sciopero dalle ore 09.00 emettendo M.40;

L’orario di partenza prescritto è posteriore alle 09.00:

il treno non ha i requisiti per essere effettuato e il personale non è tenuto a presentarsi. Il personale comandato in servizio ai treni merci PDM e TPC del14 ottobre 2012 si atterrà alle seguenti norme:

c. L’orario di arrivo dopo le ore 09.00 Il personale aderirà allo sciopero dalle ore 10.00

d. L’orario di partenza prescritto è posteriore alle ore 09.00 il personale non è

tenuto a presentarsi in servizio.

2.3. Personale comandato e sostituzioni

I comandi vengono disposti dalla Società e comunicati per iscritto (M40) agli interessati.

Il personale comandato all’effettuazione dei treni da garantire dovrà essere inserito in appositi elenchi nominativi opportunamente esposti con adeguato anticipo e con l’indicazione del turno assegnato. I comandi per l’effettuazione dei treni garantiti (PdM n. PdB) devono essere completi dell’ora di inizio e termine prestazione, nonché delle modalità per recarsi fuori sede e/o per rientrare alla propria sede.

La Società può, in tutto o in parte, rinunciare ai comandi e ha facoltà di disporre anche parzialmente i comandi al personale (limitatamente ad alcuni impianti e/o linee) in conformità ai programmi di circolazione nonché di sostituire il personale comandato. Nella considerazione che la comunicazione del comando precede la cognizione dell’adesione o meno del personale allo sciopero, il personale comandato ha l’obbligo di far conoscere, ad inizio della prestazione e non prima, la sua adesione o meno all’agitazione. Nel caso non esprima la volontà di aderire all’agitazione sarà considerato presente a tutti gli effetti.

Ove manifesti, invece, tale volontà, ad esso non verranno richieste prestazioni lavorative eccedenti quelle necessarie all’effettuazione dei servizi garantiti. In ogni caso il personale comandato dovrà presentarsi in servizio e, qualora aderente allo sciopero, potrà essere sostituito, ove possibile, prioritariamente da altro personale non scioperante, solo ad eventuale sostituzione avvenuta sarà libero.

Il personale non espressamente comandato dalla Società non è tenuto a presentarsi in servizio, qualora, invece, si presenti, è considerato non aderente allo sciopero ed è tenuto a prestare l’intera completa prestazione lavorativa nell’ambito della unità produttiva esempio la Direzione Compartimentale Movimento (o struttura equiparata) di appartenenza o, per turni non rotativi, nell’ambito della stessa giurisdizione territoriale e/o operativa.

Non è consentito effettuare comandi per garantire servizi al di fuori di quelli previsti nel precedente punto 2.1.

2.4. Consegna chiavi

I dipendenti che hanno in consegna chiavi (materiale rotabile, merci, valori, locali, ecc.) prima di allontanarsi dal lavoro provvederanno alla consegna di quanto loro affidato ll’Autorità ferroviaria eventualmente presente oppure, in mancanza di questa, alla Polfer. In caso di assenza anche della Polfer i dipendenti consegneranno le chiavi alla persona che sarà preventivamente incaricata dalla Società FS. Qualora la consegna delle chiavi non potesse avvenire in loco, nel comunicare la disabilitazione e l’impresenziamento ell’Impianto alle persone di cui sopra, atto che esonererà da ogni responsabilità, verrà indicato anche dove sono reperibili le chiavi in busta sigillata.

2.5. Turni di reperibilità

Dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del 14.10.2012 tutti i turni di reperibilità dei settori della circolazione treni (movimento -assistenza -vendita -ecc.) sono sospesi. Per gli impianti di manutenzione (IE - Lavori - TE - TLC) i turni sono sospesi durante lo sciopero escluso il caso di chiamata per intervento atto al ripristino di irregolarità della circolazione treni provocato da guasto improvviso e da cui possano derivare effetti sulla sicurezza della circolazione. Analogamente sono sospesi durante lo sciopero i turni del personale addetto ai carri soccorso, escluso il caso di chiamata per ripristino della circolazione treni che ne necessiti l’intervento.

Personale comandato e sostituzioni I comandi vengono disposti dalla Società e comunicati per iscritto (M40) ai lavoratori interessati. I comandi per l’effettuazione dei treni garantiti (PdM-PdB) devono essere completi delle modalità per recarsi fuori sede e/o per rientrare alla propria sede. Inoltre il personale comandato all’effettuazione dei treni a lunga percorrenza da garantire dovrà essere inserito in appositi elenchi nominativi opportunamente esposti con adeguato anticipo e con l’indicazione del turno assegnato. La Società può, in tutto o in parte, rinunciare ai comandi e ha facoltà di disporre anche parzialmente i comandi al personale (limitatamente ad alcuni Impianti e/o linee) in conformità ai programmi di circolazione nonché di sostituire il personale comandato. In ogni caso il personale comandato dovrà presentarsi in servizio e, qualora aderente allo sciopero, potrà essere sostituito, ove possibile, prioritariamente da altro personale non scioperante, solo ad eventuale sostituzione avvenuta sarà libero.

Il personale non espressamente comandato per iscritto dalla Società non è tenuto a presentarsi in servizio, qualora, invece, si presenti, è considerato non aderente allo sciopero ed è tenuto a prestare l’intera completa prestazione.

Non è consentito effettuare comandi per garantire servizi al di fuori di quelli previsti nel

precedente punto.

Consegna chiavi

Il P.d.M che ha in consegna chiavi (materiale rotabile, valori) prima di allontanarsi dal lavoro

provvederà alla consegna di quanto affidato all’Autorità ferroviaria eventualmente presente oppure, in mancanza di questa, alla Polfer. In caso di assenza anche della Polfer i dipendenti consegneranno le chiavi alla persona che sarà preventivamente incaricata dalla Società FS. Qualora la consegna delle chiavi non potesse avvenire

in loco, nel comunicare la disabilitazione e l’impresenziamento dell’Impianto alle persone di cui sopra, verrà indicato anche dove sono reperibili le chiavi in busta sigillata.

P.d.M. e P.d.B.

Per i treni in corso di viaggio alle ore 09.00 del 14.10.2012 valgono le norme previste al precedente p.to 2.2.

Al termine della protesta, il PdM e il PdB, qualora il turno assegnato preveda la loro presenza in servizio, dovranno presentarsi per completare la prestazione programmata. Se impossibilitato a rientrare nella propria sede si presenterà nell’impianto in cui ha iniziato lo sciopero per completare la prestazione programmata.

In presenza di servizio con riposo fuori residenza nel caso in cui il servizio di andata rientri

interamente nel periodo dello sciopero si presenterà nell’impianto di appartenenza all’ora di

presentazione che segue il riposo fuori residenza. In tutti gli altri casi il personale si presenterà all’inizio della successiva prestazione programmata. Il personale disponibile sarà utilizzabile dopo la fruizione del riposo giornaliero o settimanale spettante. P.d.M. e P.d.B. sono esonerati dall’effettuare i tempi medi ed accessori se cadenti nell’ora di cuscinetto prima e dopo l’inizio dello sciopero.

Riserva, Riserva presenziata, Tradotte, Manovre,e Traghettamenti

Il personale in servizio ai servizi di riserva, riserva presenziata, tradotta, manovra e traghettamento interromperà la propria prestazione lavorativa a partire dalle ore 09.00 del 14.10.2012. Salve le eccezioni per cui prevista l’emissione di M 40.

Biglietterie

Il personale addetto ai servizi di vendita si asterrà dal lavoro dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del

14.10.2012. L’abbandono del servizio avrà luogo secondo le modalità normalmente seguite in

occasione del cambio turno o chiusura dell’Impianto.

Informazioni, Assistenza e Accoglienza

Il personale proseguirà la prestazione lavorativa fino alle ore 09.00 del 14.10.2012 e si presenterà in servizio per il completamento del turno pomeridiano dalle ore 17.00 del giorno 14.10.2012.

Cantieri notturni – p.m.

Manutenzione

Il personale della manutenzione infrastruttura e della manutenzione rotabili addetto ad attività di manutenzione sciopera l’intera giornata del 14.10.2012. Qualora detto personale sia inserito in turni di reperibilità sciopererà secondo le modalità previste al p.to 2.5.

Se inserito in turni rotativi che interessano l’intera settimana (7/7) sciopererà ai sensi del precedente punto 1.2 dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del 14.10.2012.

Presenziamento dei posti Pilota di Telecomando TE e D.O.T.E.

La designazione degli agenti da impegnare per il presenziamento avviene secondo il turno di

servizio. Il numero degli agenti da designare per ciascun turno di presenziamento è fissato dagli accordi territoriali (ove sottoscritti) o in due unità dovendo essere assicurati i soli interventi per motivi di sicurezza. Dovendo garantire solo la sicurezza, come dal vigente accordo sui servizi minimi, il personale presenziante ha unicamente l’obbligo di togliere tensione in caso di pericolo segnalate sia dalle apparecchiature di allarme e protezione che dal personale ferroviario o da terzi. Il presenziamento effettuato unicamente per garantire la sicurezza delle persone e tutelare l’integrità degli impianti e, pertanto, la Società non porrà in essere iniziative, non concordate preventivamente con la scrivente, tese ad attuare interventi operativi durante il periodo dello sciopero.

Navi traghetto.

Saranno garantiti i servizi minimi previsti dagli accordi in materia del 23.11.1999 successivi e, a tale scopo, le strutture sindacali territoriali interessate concorderanno con la Società FS la/le navi di comandata.

Messina.

Lo sciopero per il personale navigante avrà durata dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del

14.10.2012 con le seguenti modalità:

Il personale in servizio di primo, secondo e terzo turno, non espressamente comandato, che non si presenterà a bordo nave sarà considerato scioperante;

Alle navi dovrà essere garantito il rientro a Messina (sede di armamento) per

l’avvicendamento degli equipaggi;

Dopo tale rientro non saranno effettuate manovre di cambio approdo o di ormeggio in banchina, ne altro tipo di operazioni commerciali o di servizio.

Sarà garantito lo sbarco del carico solo se imbarcato prima dell’inizio dello sciopero;

Non potrà essere consentito il mantenimento del carico a bordo durante la protesta, poiché il

personale di sicurezza nave non può garantire la sorveglianza del carico o il suo scarico in

situazione di emergenza;

Sarà garantita la sicurezza nave con il personale non scioperante e, solo in assenza di questo, con

personale scioperante;

Il nucleo di personale per la sicurezza nave concordato con l’Autorità Marittima è il seguente: 1

Com.te o Uff.Nav. n. 1 nostromo o marinaio n. 2 marinai n. 1 Direttore di Macchina n. 1 Uff.le di macchina n. 1 motorista n. 1 elettricista;

Il nucleo di personale per la sicurezza nave per i mezzi veloci è composto da:

1 Com.te n. 1 Dir. Macch. n. 1 marinaio n. 1 motorista.

Civitavecchia. Lo sciopero del personale avrà durata dalle ore 09.00 alle ore 16.59 del

14.10.2012.

Roma, 5 ottobre 2012.

----

Tabella A: treni a lunga percorrenza garantiti nei giorni feriali e festivi

Treno Categoria Provenienza Ora Part. Destinazione Ora Arr.
14 EC Milano Centrale 9.10 Zuerich HB 12.51
15 EC Zuerich HB 8.31 Milano Centrale 12.50
23 EC Zuerich HB 17.09 Milano Centrale 20.50
24 EC Milano Centrale 19.10 Zuerich HB 23.29
37 EC Genève 7.42 Venezia S. Lucia 14.40
42 EC Venezia S. Lucia 16.20 Genève 23.15
51 EC Basel SBB 6.31 Milano Centrale 10.35
52 EC Milano Centrale 11.25 Basel SBB 15.29
56 EC Milano Centrale 18.25 Basel SBB 22.29
57 EC Basel SBB 12.31 Milano Centrale 16.38
220 EN Venezia S. Lucia 19.57 Paris Bercy 9.29
221 EN Paris Bercy 19.45 Venezia S. Lucia 9.30
234 (1)
1234 (2)
235 (3)
1235 (2)
236 EN Venezia S. Lucia 21.05
Spittal-Millstatt.
(destino Wien West)
1.13
237 EN
Spittal-Millstatt.
(origine Wien West)
4.20 Venezia S. Lucia 8.34
484 (4) EN Bologna Centrale 23.05 Muenchen Hbf 6.30
485 (5) EN Muenchen Hbf 21.03 Bologna Centrale 4.20
504 (6) IC Livorno 6.30 Torino Porta Nuova 10.55
505 IC Ventimiglia 6.33 Roma Termini 14.16
510 IC Salerno 6.30 Torino Porta Nuova 16.55
511 IC Torino Porta Nuova 11.05 Salerno 21.32
518 IC Roma Termini 15.40 Ventimiglia 23.26
521 (7) IC Torino Porta Nuova 19.05 Livorno Centrale 23.30
533 IC Ancona 6.36 Roma Termini 9.40
540 IC Roma Termini 15.05 Ancona 18.12
553 IC Roma Termini 12.39 Reggio di Calabria C. 20.00
552 IC Reggio di Calabria C. 8.00 Roma Termini 15.21
560 (8) 14.50
1560 (9) 14.40
555 (10) 22.00
1555 (11) 22.10
584/585 IC Trieste Centrale 7.04 Roma Termini 15.24
587 IC Milano Centrale 10.45 Salerno 20.32
590 IC Salerno 9.27 Milano Centrale 19.15
592/593 IC Roma Termini 15.36 Trieste Centrale 23.58
615 IC BOLOGNA C.LE 10.22 TARANTO 18.42
618 IC TARANTO 11.25 BOLOGNA C.LE 19.40
658 IC Livorno Centrale 5.26 Milano Centrale 9.55
663/664 IC Ventimiglia 8.58 Milano Centrale 12.50
675/676 IC Milano Centrale 17.05 Ventimiglia 21.07
679 IC Milano Centrale 18.05 Livorno Centrale 22.32
724 IC Siracusa 10.30 Roma Termini 21.30
727 IC Roma Termini 11.39 Siracusa 22.30
729 IC Messina Centrale 19.48 Palermo Centrale 23.00
730 IC Palermo Centrale 10.07 Messina Centrale 13.00
757 ICN Milano Centrale 21.50 Lecce 8.55
752 ICN Lecce 21.20 Milano Centrale 9.20
755 ICN Milano Centrale 20.50 Lecce 8.30
750 ICN Lecce 19.55 Milano Centrale 7.10
796 ICN Salerno 20.20 Torino Porta Nuova 8.20
799 ICN Torino Porta Nuova 21.55 Salerno 9.27
794 ICN Reggio di Calabria C. 21.30 Milano Centrale 14.10
795 ICN Milano Centrale 15.45 Reggio di Calabria C. 8.05
1954 ICN Palermo Centrale 18.30 Messina Centrale 21.55
1956 ICN Siracusa 19.10 Roma Termini 7.10
1959 ICN Roma Termini 22.30 Siracusa 10.30
1961 ICN Messina Centrale 7.25 Palermo Centrale 10.35
781 ICN Messina Centrale 13.10 Palermo Centrale 16.36
Tabella A: treni a lunga percorrenza garantiti nei giorni feriali e festivi
EN ROMA TERMINI 19.05 Wien Meidlin 8.34
22.21
EN Wien Meidlin 19.29 ROMA TERMINI 9.08
IC Roma Termini 14.39 Reggio di Calabria C.
IC Reggio di Calabria C. Roma Termini
782 ICN Palermo Centrale 12.39 Messina Centrale 16.10
785 ICN Milano Centrale 20.05 Siracusa 15.40
784 ICN Siracusa 13.40 Milano Centrale 10.45
9325 ES Ravenna 6.07 Roma Termini 10.24
9332 ES Roma Termini 17.25 Ravenna 21.46
9350 FA Lecce 5.45 Roma Termini 11.24
9351 FA Roma Termini 8.45 Lecce 14.15
9354 FA Lecce 11.53 Roma Termini 17.20
9357 FA Roma Termini 17.45 Lecce 23.20
9355 FA Roma Termini 14.45 Lecce 20.12
9358 FA Lecce 16.50 Roma Termini 22.20
9372/9374 FA Reggio di Calabria C. 6.45 Roma Termini 11.55
9377/9379 FA Roma Termini 17.30 Reggio di Calabria C. 22.42
9410 FA Napoli Centrale 7.20 Venezia S. Lucia 12.33
9411 FA Venezia S. Lucia 8.32 Roma Termini 12.19
9438 FA Roma Termini 15.45 Venezia S. Lucia 19.33
9439 FA Venezia S. Lucia 15.32 Napoli Centrale 20.40
9465 FA Bolzano 7.00 Roma Termini 11.50
9478 FA Roma Termini 16.10 Bolzano 20.48
9422 FA Roma Termini 11.45 Venezia S. Lucia 15.33
9423 FA Venezia S. Lucia 11.32 Roma Termini 15.19
9508 FR Roma Termini 7.15 Milano Centrale 10.40
9516/9518 FR Salerno 7.02 Milano Centrale 12.40
9537/9539 FR Milano Centrale 14.20 Salerno 19.59
9517 FR Torino Porta Nuova 8.02 Napoli Centrale 14.10
9556/9558 FR Salerno 17.02 Milano Centrale 22.40
9521/9523 FR Milano Centrale 10.20 Salerno 15.59
9553 FR Milano Centrale 18.20 Roma Termini 21.45
9563 (12) FR Torino Porta Nuova 7.35 Napoli Centrale 13.20
9568 (12) FR Napoli Centrale 7.45 Torino Porta Nuova 13.23
9572 (13) FR Napoli Centrale 13.45 Torino Porta Nuova 19.29
9573 FR Torino Porta Nuova 16.37 Roma Termini 21.14
9578 FR Roma Termini 17.46 Torino Porta Nuova 22.23
9700 FB Venezia S. Lucia 5.20 Milano Centrale 8.25
9703 FB Milano Centrale 7.35 Trieste Centrale 12.08
9705/9706 FB Udine 5.40 Milano Centrale 9.55
9711 FB Torino Porta Nuova 7.05 Venezia S. Lucia 11.40
9712 FB Venezia S. Lucia 8.50 Milano Centrale 11.25
9732 FB Venezia S. Lucia 15.20 Torino Porta Nuova 19.55
9733 FB Milano Centrale 16.05 Venezia S. Lucia 18.40
9743/9744 FB Milano Centrale 18.35 Udine 22.32
9748 FB Trieste Centrale 17.02 Milano Centrale 21.25
9753 FB Milano Centrale 21.05 Venezia S. Lucia 23.40
9769 FB Milano Centrale 13.10 Roma Termini 19.50
9768 FB Roma Termini 12.10 Milano Centrale 18.50
9807 FB Torino Porta Nuova 8.25 Lecce 18.40
9803 FB Milano Centrale 7.35 Lecce 16.40
9818 FB Lecce 8.13 Milano Centrale 17.25
9826 FB Lecce 11.13 Torino Porta Nuova 21.40
-----

(1) Treno 234 si effettua dal 9/6 al 15/6, dal 4/7 al 13/7, dal 18/7 al 5/8 e dal 26/9 all'8/12/12
(2) Treni 1234 e 1235 si effettua dal 16/6 al 3/7, dal 14/7 al 17/7 e dal 6/8 al 25/9/12
(3) Treno 235 si effettua dal 10/6 al 15/6, dal 4/7 al 13/7, dal 18/7 al 5/8 e dal 26/9 all'8/12/12
(4) Treno 484 si effettua dall'10/6 al 15/6, dal 4/7 al 13/7, dal 18/7 al 5/8 e dal 26/9 all'8/12/12
(5) Treno 485 si effettua dall'10/6 al 14/6, dal 3/7 al 12/7, dal 17/7 al 4/8 e dal 25/9 all'8/12/12
(6) Treno 504 è soppresso i festivi dall'11/12/11 all'8/12/12
(7) Treno 521 è soppresso i lavorativi precedenti festivi dall'11/12/11 all'8/12/12, nonché l'8/12/14
(8) Treno 560 si effettua dal 10/9 all'8/12/12
(9) Treno 1560 si effettua dal 10/6 al 9/9/12
(10) Treno 555 è soppresso la domenica dall'11/12/11 all'8/12/12
(11) Treno 1555 si effettua la domenica dall'9/6 all'8/12/12
(12) Treni 9563 e 9568 sono soppressi i festivi dall'9/6 all'8/12/12
(13) Treno 9572 si effettua dall'19/6 al 29/7 e dal 2/9 al 7/12/12; i lavorativi precedenti festivi dal 9/6 al 29/7/12, i lavorativi precedenti festivi dal 2/9 al 30/10 e dall'1/11 al 6/12/12

J!Analytics