Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1547773

Rinnovo Contratto ferrovie: Macchinisti e Capitreno per una piattaforma partecipata

MACCHINISTI E CAPITRENO: TUTTI COINVOLTI PER CONOSCERE E DISCUTERE SUL RINNOVO CONTRATTUALE E SU QUELLO CHE STA PER DIVENTARE IL NOSTRO LAVORO... E LA NOSTRA VITA.

PIATTAFORMA CONTRATTUALE PARTECIPATA, VERSIONE DEFINITIVA

Bozza proposte integrata [pdf]


Firenze, 8 maggio 2016 - Questa rivista, da sempre svolge un ruolo di informazione e promozione del dibattito per favorire la partecipazione e il confronto tra i lavoratori su tutte le questioni di interesse sindacale.

Quanto sta avvenendo nelle assemblee tra i macchinisti e i capitreno è un importante segnale da valorizzare e finalizzare, per non disperdere le energie e l'intelligenza collettiva che rischia di essere soffocata dalle dinamiche messe in campo dall'azienda ma anche, purtroppo, dagli apparati sindacali.

L'orario di lavoro per noi, personale dei treni, rappresenta una componente essenziale della nostra vita e ne condiziona pesantemente ogni aspetto; per questo non può essere lasciato alle decisioni di persone 'estranee' al lavoro ma deve essere innanzitutto proposto e condiviso da chi lo deve 'praticare'.

A fronte delle pesantissime proposte per il rinnovo del CCNL, è urgente contrapporre una nostra piattaforma rivendicativa elaborata dal personale dei treni. Ed è qiuello che è già successo in molti impianti. Riteniamo importantissimo, quindi, che gli elementi rivendicativi, scaturiti dalle discussioni e dalle assemblee del PdM e del PdB, siano divulgati, conosciuti e dibattuti dal personale degli equipaggi in tutta Italia, con l'obbiettivo di essere valutati, se del caso migliorati, e sostenuti nelle fasi successive della vertenza e del confronto sindacale.

Abbiamo elaborato una bozza integrata delle proposte (a colori) per stimolare la discussione ed esaminare tutti i contributi e consentire che le assemblee possano discutere conoscendo tutte le rivendicazioni già pervenute. L’obiettivo è quello di ottenere il più ampio consenso possibile.

Al contempo, però, è opportuno evitare la proliferazione di mille diversi documenti non immediatamente confrontabili tra loro.

E’ dunque auspicabile che ogni impianto o gruppo che si riunisce utilizzi il “format” iniziale, in modo che le diverse proposte possano essere identificate (con asterischi o con una diversa colorazione del testo), così da valutare, per ogni argomento, tutte le opzioni emerse nelle varie riunioni e, preferibilmente, aderire ad una opzione, anziché riscriverne un’altra simile: lo sforzo deve essere quello di intervenire solo dove si ritiene davvero necessario, così come hanno fatto le Assemblee di Bologna (27/5/16), Torino (29/4/16) e Roma (3/5/16), Livorno (12/5/16) e, in buona misura, anche la RSU 30 Equipaggi Firenze (6/5/14). Anche i lavoratori riuniti nell’Assembla di Genova (9/5/16) e, in particolare, in quella di Pescara (11/5/16) c’è la condivisione della piattaforma elaborata a Firenze il 23 aprile 2016. I lavoratori riuniti in Assemblea a Bari  (11/5/16) sollecitano anch’essi la costruzione di una piattaforma condivisa dal basso.


In particolare, è opportuno limitare l’inserimento di frasi con richieste generiche o che esprimano meri principi. In altri termini, è dalla richiesta che deve intuirsi il principio che ci sta dietro e la soluzione auspicata e non il contrario. Altrimenti si lascia spazio all’immaginazione e alla soggettività. I colleghi che leggono devono subito capire cosa si chiede e non rimanere invischiati nel “sindacalese” che sovente dice tutto e nulla. Del resto, tra noi non servono spiegazioni, perché conosciamo i problemi e dunque sappiamo bene le ragioni di ogni singola richiesta: le spiegazioni, se necessarie, si daranno in altre sedi.

La formulazione di concetti o principi, di per sé, non è sbagliato, ma il metodo è insidiosissimo. Infatti, permette l’estrazione dei soli principi, anziché delle puntuali rivendicazioni sui limiti di orario o su precisi elementi logistici e organizzativi. Il rischio è che, alla fine le richieste vengano minimizzate ancor prima del confronto con le aziende o, come è già accaduto, i principi vengono state addirittura inseriti nel contratto, rimanendo lettera morta o venendo interpretati in modo opposto; a volte le questioni vengono affidate a delle Commissioni che poi si arenano dopo due o tre riunioni senza concludere alcunché (è storia nota). Invece, le rivendicazioni puntuali non possono essere aggirate con “chiacchere e Commissioni”. A fronte di mandati puntuali, il mondo sindacale risponde non soltanto ai propri organi sociali, ma anche ai lavoratori che quel mandato avevano elaborato e costruito.

E’ opportuno far circolare tutti i documenti in modo da poterli archiviare e fare una vera e propria rendicontazione, affinché la “sintesi” (pur improntata a ragionevolezza) tenga conto delle posizioni emerse in modo maggioritario.

trovate qui la bozza elaborata il 23 aprile 2016 da un gruppo di Macchinisti e Capitreno che si sono spontaneamente riuniti in assemblea a Firenze con le integrazioni e revisioni riportate a colori derivanti dalle successive assemblee.

 

.

PIATTAFORMA CONTRATTUALE PARTECIPATA, VERSIONE DEFINITIVA, AGGIORNATA AL 20 NOVEMBRE 2016

ECCO I DOCUMENTI ASSEMBLEARI UTILI PER LA CONOSCENZA DIRETTA DELLE IDEE E DELLE PROPOSTE PROVENIENTI DAI LAVORATORI

BOLOGNA_CARGO_ASSEMBLEA_07-APRILE-2016.pdf

Firenze_Assemblea_spontanea_23-aprile-2016.pdf

Bologna_Assemblea-27-aprile-2016

Torino_Assemblea_RSU_29-aprile-2016+lettera_2-maggio-2016_con_approvazione_bozza_Firenze-Bologna_del_ 23-4-2016

Roma_Assemblea_autorganizzata_ Equipaggi_3_maggio_2016.pdf

Firenze_Assemblea_RSU_30_Equipaggi_6-maggio-2016
 

Lettera_coordinamento_nazionale_rsu_100_firme_6-maggio-2016.pdf

Bologna_Verbale_assemblea_Equipaggi_TMR_6-5-2016+proposte_OdL.pdf

Genova_doc_RSU_Assembea_9_maggio_2016.pdf

Bari_Assemblea_PdM_PdB_IEUSU_e_TMR+Cargo_11-maggio_2016.pdf

Pescara_Verbale_Assemblea_11_maggio_2016.pdf
Livorno_Assemblea_PdM_PdB_12_maggio_2016.pdf

CARGO_LOMBARDIA_ASSEMBLEA_MACCHINISTI_16-maggio-2016.pdf

Treviso_verbale_ASSEMBLEA_16-05-2016.pdf

CARGO_Emilia_Romagna_LETTERA_RIVENDICAZIONI_COMPLETA_CON_FIRME_17-5-2016.pdf

MILANO_ASSEMBLEA_PERSONALE_MOBILE_17_MAGGIO_2016.pdf

ANCONA_Verbale_assemblea_17-05-2016.pdf

Ancona_Cargo_Marche_ASSEMBLEA_19-maggio-2016.pdf

VERONA_ASSEMBLEA_PdM_CARGO_25-maggio-2016_con_firme.pdf

ASSEMBLEA PdM CARGO VERONA 24 GIUGNO 2016.pdf

ASSEMBLEA_PdM_CARGO_VERONA_9_LUGLIO_2016.pdf

ASSEMBLEA_MACCHINISTI_CARGO_IMPIANTO_TRENO_LIGURIA_22.7.16.pdf

Assemblea_Bologna_Cargo_13-ottobre-2016.pdf

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics