Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1547757

No allo sfascio della Cargo!

In questi ultimi mesi arrivano continue notizie di incontri tra FS e sindacati per mettere a punto il progetto della creazione di una nuova società di trasporto merci, al di fuori di Trenitalia. E ogni volta emergono aspetti preoccupanti, quando non addirittura inquietanti.

 

Aspetti sociali e ambientali

La fuoriuscita della cargo da Trenitalia, al di là di quanto affermano i comunicati ufficiali, rappresenta evidentemente l'ennesimo passo di dismissione del traffico merci da parte di FS.

Questo fatto è inaccettabile, per l'importanza sociale e ambientale che ricopre il trasporto su ferro, che pertanto riteniamo debba assolutamente essere gestito dallo Stato.

 

Aspetti occupazionali

I comunicati sindacali parlano di circa 1000 lavoratori che sarebbero in esubero, ma ancora nulla di preciso è stato detto sulla loro effettiva consistenza, sulla loro distribuzione nei vari profili professionali e soprattutto nulla di certo e preciso è stato detto sulla loro ricollocazione. 

 

Aspetti contrattuali

Quale contratto di lavoro per chi resterà in cargo? FS ha già chiesto ulteriori allentamenti normativi per il personale di macchina, come base operativa allargata, RFR di 30 ore, aumento del numero di treni con equipaggio misto. I sindacati consultati ci risulta abbiano risposto che di modifiche contrattuali se ne può discutere solo in sede di rinnovo del CCNL ornai scaduto. Almeno quello!

Ma a noi questa risposta non basta! Non si può pensare di aggravare le condizioni di lavoro di chi ha subito negli ultimi anni un costante peggioramento delle proprie condizioni non solo di lavoro ma di vita.

 

Macchinisti morti e inidonei!

Men che meno possiamo accettare che si pretenda che i lavoratori si riposino ancora di meno, non mangino e abbiano nastri lavorativi ancora più lunghi e irregolari, soprattutto a fronte dei numerosi colleghi che sono deceduti proprio in cargo negli ultimi anni, principalmente per problemi cardiologici, e dei tantissimi che il lavoro ha portato ad essere inidonei.

 

 Firenze, 4 marzo 2016

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics