Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1616026

Richiesta incontro sicurezza

Al Ministro dei Trasporti Graziano DEL RIO
Al Ministro del Lavoro Giuliano POLETTI


Oggetto: richiesta incontro sulla sicurezza del trasporto ferroviario.


Illustrissimi Signori Ministri Graziano Del Rio e Giuliano Poletti, il perdurare della anomala situazione riguardo la vertenza dell'età pensionabile del personale mobile delle ferrovie italiane inizia a divenire preoccupante. Dopo ormai tre anni di proposte di legge,
emendamenti, testi unificati e malgrado anche le rassicurazioni del Ministro Poletti, in occasione dell'incontro del 30 giugno 2014 al Ministero del Lavoro

secondo cui il nostro problema avrebbe trovato soluzione nella legge di stabilità 2015, dobbiamo registrare ancora un nulla di fatto. Intanto però continua ad abbassarsi l'età dell'insorgere di gravi patologie cardiovascolari nel personale mobile delle ferrovie (macchinisti, capitreno e manovratori). Al riguardo vi inviamo in allegato una tabella relativa al solo personale di Roma, dalla quale emerge un dato molto preoccupante: l'età media di insorgenza di gravi malori si è abbassata a 52 anni! Sicuramente una grossa responsabilità l'hanno l'avvento dell'agente solo (dal 2009), il nuovo orario di lavoro (dal 2012) e la gestione turni del personale mobile con la piattaforma IVU RAIL (dal 2011). Questo dato significa anche che proporzionalmente si è elevata la possibilità che un macchinista ultra cinquattottenne accusi un grave malore mentre è alla guida di un treno. E' forse per questo che in quasi tutta Europa i macchinisti vengono collocati a riposo a 54/55 anni? Sicuramente siete informati di quanto accaduto a fine marzo scorso al treno Italo di NTV, fermo alle porte do Bologna appena entrato nella galleria Alta Velocità. La stampa ha dato ampio risalto alla notizia in quanto solo dopo 4 ore si è riusciti a
portare il treno fuori dalla galleria per procedere al trasbordo dei viaggiatori. Quattro ore al buio, senza aria condizionata e senza poter aprire le porte hanno scatenato prevedibili scene di panico che con difficoltà i colleghi sono riusciti a mitigare rassicurando i viaggiatori che il macchinista stava operando per ovviare al guasto ma immaginate cosa sarebbe successo se invece avessero dovuto cercare un medico e dire che il macchinista era stato colto da malore. Ormai il Parlamento intero è al corrente di questo rischio che più volte vi abbiamo rappresentato fino alle massime cariche Istituzionali e perdurando tale situazione nel malaugurato caso si verificasse un tale scenario riterremo questo Governo e i suoi Ministri direttamente responsabili dei possibili danni subiti dai viaggiatori e lavoratori.

Per quanto suesposto, in qualità di Associazione di categoria apartitica e asindacale, con la presente Vi chiediamo un incontro urgente al fine di meglio illustrarVi quanto appena affermato.

In attesa di un Vostro positivo riscontro porgiamo cordiali saluti.

Firenze 27 aprile 2015

Per la redazione:
Marco Crociati -3357652255
Gian Pietro Salvatori - 3357652134

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics