Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1801097

Strage di Viareggio: domani a Lucca iniizia il processo, udienza preliminare

Compariranno davanti al Giudice per l'Udienza Preliminare i 32 imputati per la strage ferroviaria di Viareggio. Tra questi l'ad del Gruppo fs, Mauro Moretti. Sono indagate anche 9 società coinvolte a vario titolo nel disastro. Presidio di fronte all'ingresso del salone delle udienze presso  'Fiere e congressi' in loc. Sorbano del Giudice, v. della Chiesa XXXII, trav. I, n.237. Dalla stazione Fs di Lucca bus navetta n.19 ogni 20m.

Scarica e leggi il documento completo con i nomi e le accuse.


Lucca - 24 marzo 2013 - Dopo quasi quattro anni da quella tragica sera del 29 giugno 2009, cha ha causato la morte di 32 persone, il ferimento di altre centinaia di cittadini e la distruzione di un intero quartiere, prende il via il processo con l'udienza preliminare per decidere sulla richiesta della Procura della Repubblica riguardo il rinvio a giudizio di ciascun imputato.

LA PARTECIPAZIONE - L'attenzione al processo si annuncia molto alta, perché la strage ha lasciato tracce indelebili non solo tra i familiari delle vittime ma anche nella comunità viareggina, nelle istituzioni locali, tra i ferrovieri e nell'opinione pubblica nazionale. E' previsto infatti un presidio di solidarietà presso il padiglione fiere di Lucca dove è stata allestita l'aula che ospiterà le udienze (ed ha gia ospitato le udenze svolte nella fase dell'incidente probatorio). Il Tribunale di Lucca ha dovuto tenere in considerazione, infatti, le esigenze logistiche derivanti dall'imponente numero di persone presenti.

Appuntamento alle 9, 30 presso lo spazio 'Fiere e congressi' in loc. Sorbano del Giudice, v. della Chiesa XXXII, trav. I, n.237, raggiungibile in automobile o, dalla stazione Fs di Lucca, con bus navetta n.19 ogni 20m.

Viareggio - La città di Viareggio ed tutta la comunità versiliese non hanno mai fatto mancare il loro sostegno alla battaglia per la ricerca della verità e della giustizia nella strage. Innumerevoli manifestazioni, iniziative, attività di studio e di conoscenza delle problematiche ferroviarie si sono sviluppate in questi anni, tanto che - si può dire con certezza - ogni cittadino ha ben presente l'importanza del processo che prende avvio domani a Lucca.

La strage di Viareggio ha messo in evidenza gravissime lacune nella sicurezza del trasporto ferroviario, italiano ed europeo, liberalizzato e privatizzato, portando alla luce la rete di interessi composta della potente lobby politico industriale presente nel settore ferroviario su scala internazionale. Dopo la conclusione di tutta la complessa fase delle indagini preliminari e dell'incidente probatorio, durata tre anni e mezzo, la procura di Lucca ha chiesto al Gup, il Giudice dell'udienza preliminare, il rinvio a giudizio per i soggetti ritenuti a vario titolo responsabili della strage. Quest'ultimo ha fissato la prima udienza (presumibilmente, data la dimensione della tragedia, il numero elevato di imputati, parti civile e avvocati, ne saranno necessarie molte) per domani 25 marzo 2013 nella quale si deciderà se le persone fisiche e le società coinvolte dovranno essere processate. Da quel momento le posizioni di ciascun imputato potranno differenziarsi e percorrere strade diverse.  La nostra rivista già  presente nella fase dell'incidente probatorio in qualità di parte lesa, presenterà la richiesta di costituzione come 'parte civile', sebbene Trenitalia abbia tentato invano, con una maldestra iniziativa intimitadoria, di tenerci fuori dal procedimento, diffidando  a suo tempo il nostro collega macchinista ed RLS, Filippo Cufari, individuato come consulente di parte.

GLI IMPUTATI - Andronico Salvatore, Barth Andreas, Carlsson Andreas, Castaldo Mario, Costa Giovanni, Di Marco Giorgio, Di Venuta Calogero, Elia Michele Mario, Farnetti Giuseppe, Favo Francesco, Fumi Alvaro, Galloni Gilberto, Gobbi Frattini Daniele, Koennecke Uwe, Kogelheide Rainer, Kriebel Uwe, Lehmann Joachimn, Linowski Peter, Maestrini Emilio, Mansbart Johannes, Margarita Giulio, Marzilli Enzo, Mayer Roman, Moretti Mauro, Pacchioni Giuseppe, Pezzati Angelo, Pizzadini Paolo, Rossi Stefano, Schroeter Andrea, Soprano Vincenzo, Testa Mario, Vighini Massimo.

LE IMPRESE COINVOLTE - Gatx Rail Austria GmbH, Gatx Rail Germania GmbH, Officina Jugenthal Waggon GmbH, Gruppo Ferrovie dello Stato S.p.A., R.F.I. S.p.A., Trenitalia S.p.A., FS Logistica S.p.A. Cima Riparazioni S.p.A., Gatx Rail Europa GmbH,

J!Analytics