Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 1880841

Sette lunghi fischi in segno di dolore e indignazione

I delegati RSU/RLS dell’Assemblea Nazionale dei Ferrovieri annunciano che domani, 3 gennaio 2008, da ogni treno in circolazione in Italia e da ogni locomotiva si udranno sette lunghi fischi di dolore e di indignazione, che saranno emessi durante i funerali di Giuseppe Demasi. Sette interminabili fischi saranno il particolare saluto dedicato ad ognuno dei morti della Thyssen di Torino.

Nessuno potrà far finta di non sentire qual è il richiamo che viene dai lavoratori. Con questo semplice gesto vogliamo esprimere il dolore e l’indignazione di tutti i ferrovieri per queste sette morti assurde e per la strage quotidiana cui assistiamo impotenti. Vogliamo far sentire a tutti, da Palermo a Trieste, che il problema della salute e della sicurezza sul lavoro non è soltanto un problema di Torino o dei metalmeccanici ma è una vera questione nazionale che riguarda l’intero Paese. Solo pochi giorni fa, anche nelle FS, è morto un altro operaio, giovane apprendista di 26 anni, investito dal treno, mentre effettuava una lavorazione estremamente pericolosa.
La nostra iniziativa è nata dalla volontà dei delegati di base, consapevoli della inadeguatezza delle risposte sindacali e istituzionali, ed è il preludio di ulteriori azioni a favore della sicurezza di cui i ferrovieri, su scala nazionale, si faranno promotori.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics