Speciali

Login



Tot. visite contenuti : 2012413

Il terzo pacchetto ferroviario approda al Parlamento

scambi ferroviariIl Parlamento europeo ha adottato il terzo "pacchetto ferroviario" in cui emergono le novità sui diritti e obblighi dei passeggeri e la proposta della certificazione del personale viaggiante. Gli eurodeputati hanno sostenuto l'idea di aprire alla concorrenza, entro il 2010, le reti ferroviarie nazionali per servizi passeggeri internazionali, pur non fissando una data precisa per la liberalizzazione del traffico nazionale.

Con l'adozione della relazione del deputato belga Dirk Sterckx (gruppo dell'Alleanza dei democratici e dei liberali) sui diritti base dei passeggeri ferroviari, il Parlamento, contrariamente al Consiglio, estende la proposta sui diritti e obblighi dei passeggeri internazionali al traffico ferroviario nazionale. La proposta include l'informazione ai passeggeri, una responsabilità in caso di morte o ferimento, l'assistenza alle persone a mobilità ridotta e un sistema di compensazione nei ritardi. Gli operatori di settore dovranno, inoltre, assicurare accessibilità eliminando gli ostacoli all'imbarco, sbarco e permanenza a bordo. Da notare che, in futuro, saranno previste aree riservate per passeggini, biciclette e attrezzature sportive. "I servizi ferroviari dovrebbero essere accessibili a tutti, ha affermato Sterckx, che ha precisato "vogliamo incoraggiare le persone a usare il treno e approfittare della diversità dell'Unione europea."
Date le persistenti differenze fra Consiglio e Parlamento, il pacchetto ferroviario verrà definito in sede di conciliazione, dove i rappresentanti delle due istituzioni cercheranno di trovare un accordo di compromesso.

L'ultimo numero

Siti amici

J!Analytics